I Senatori M5S dell’Emilia Romagna: «ci deve pensare l’Azzolina a ricordare alle regioni che ci sono 300 milioni per i trasporti?

La Ministra De Micheli dov’e’ finita?

ROMA, 26 OTTOBRE – «Siamo arrivati al punto che è il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina a dover chiedere conto alle Regioni come vengono spesi i 300 milioni di euro che il Governo ha messo a disposizione per i trasporti. Ma la ministra De Micheli dov’è finita? Che fa? Perché non la si vede mai?»: così i senatori M5S dell’Emilia Romagna Maria Laura Mantovani, Gabriele Lanzi, Marco Croatti e Michela Montevecchi riferendosi alle dichiarazioni rilasciate dal ministro Lucia Azzolina durante la trasmissione di Rai 3 “Che tempo che fa”.


«I presidenti di Regione chiedono la didattica a distanza per alleggerire la pressione sui trasporti intasati nelle ore in cui si muovono gli studenti? Allora significa che quei milioni non sono stati spesi o non sono stati spesi efficacemente – proseguono i senatori pentastellati – A doverli destinare e investire in interventi ragionati e programmati dovevano essere quegli stessi presidenti di Regione che ora, di fatto, ammettono il loro immobilismo. Infatti, la ministra Azzolina ha dichiarato che di 300 milioni ne risultano spesi solo 120. E il resto? Le Regioni cos’hanno concluso? Chi le controlla? Chi organizza cosa? La ministra dei trasporti De Micheli a cosa sta pensando? Cosa ha fatto finora? Vorremmo proprio saperlo. Lucia Azzolina ha lavorato intensamente nei mesi di luglio e agosto su tutte le questioni riguardanti il distanziamento, la sanificazione delle aule, l’allargamento degli spazi nelle scuole, l’edilizia leggera, tutto rendicontato e monitorato. Per i trasporti in luglio e agosto cosa è stato fatto? Chiediamo che sia la ministra dei trasporti De Micheli che il presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini vengano a risponderne; la prima, in aula, con un resoconto dettagliato di ciò che ha monitorato, organizzato, resocontato e il secondo, nella commissione preposta, per rendere conto dello stato attuale dei trasporti nelle singole Regioni».

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin

Post recenti: